Quando inizia a parlare un bambino?

Quando inizia a parlare un bambino?

Una delle domande più frequenti che un genitore si pone quando il suo bebè comincia a crescere è quando un bambino inizia a parlare? L’attesa delle fatidiche parole “mamma” o “papà”, quasi come fossero una vera e propria dimostrazione d’affetto, è inevitabile quanto, a volte, lunga. Anche tu stai cominciando a chiederti quando arriverà quel momento? Allora dovresti provare ad immedesimarti nel tuo bambino, per capirci un po’ in più sulla questione. Immagina che per il tuo cucciolo d’uomo il mondo è meravigliosamente nuovo: i suoni, le immagini, le parole, i sapori, sono cose ancora tutte da esplorare. Dagli il tempo giusto perché possa metabolizzarle e comprenderle! Ma fai attenzione a non aspettare troppo. Il parere dei logopedisti, esperti in materia, potrebbe aiutarti a schiarirti le idee.

Il parere degli esperti: quando un bambino inizia a parlare

Tuo figlio ha un anno e ancora non pronuncia una parola? Devi preoccuparti? Devi aspettare ancora un po’? Vediamo cosa ci consigliano i logopedisti:
A sei-sette mesi vengono in genere pronunciate le prime sillabe. Paroline smorzate come “ma-ma”, “pa-pa”, “ta-ta”, dovrebbero cominciare a far parte dei suoni emessi dal piccolo. È proprio la reazione dei genitori, che pensano di essere vicini al fatidico momento della prima parolina, che stimola i bambini a pronunciarla. Insomma, i piccoli associano la figura materna o paterna a unaparola, quando ai suoni emessi corrisponde una reazione da parte dei suoi cari.

A un anno la prima parola dovrebbe già essere spuntata fiera dalla bocca del tuo piccoletto, insieme ad altri termini usati nel quotidiano come “pappa”. Attenzione però, ognuno ha i suoi tempi. Un bambino inizia a parlare anche dopo un anno. Solo se fino all’età di 18 mesi non è stata pronunciata alcuna parola, dovresti allarmarti.

Dai due ai tre anni d’età compaiono le vere e proprie frasi. Preposizioni e articoli cominciano ad accompagnare le paroline inesperte. Se prima ad esempio il piccolo diceva “mamma pappa”, a quest’età dirà “mamma, voglio la pappa!”.

Come stimolare il linguaggio nei bambini

In ogni prima esperienza, i neonati e i bimbi piccoli prendono esempio dai loro genitori. Assorbono come spugne segnali, gesti, movimenti e, ovviamente, le parole, di mamma e papà. Se vuoi spronare tuo figlio a pronunciare le prime paroline, ti aiuterà sfruttare i momenti quotidiani. Durante l’ora del pasto o del bagno, ripeti le parole “pappa” o “bagnetto”, in modo che il piccolo le assocerà a tali momenti. Puoi comunicare con lui anche senza utilizzare le parole. Un bambino inizia a parlare anche grazie alla stimolazione sensoriale. Dargli degli imput, anche semplicemente giocando, è un buon passo avanti. Leggigli delle fiabe, raccontagli delle storie, interagisci con lui quanto più puoi. In questo modo stimolerai il suo interesse nel mondo e il suo sviluppo cognitivo e, molto probabilmente, ti premierà con tante parole!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con * sono obbligatori.